Quelli del RIAR

Racconti, ricordi, aneddoti

Storia di strada di una Giulietta Spider

Storia di strada di una Giulietta Spider

Correva l'anno domini 1979 ed io percorrevo, in una giornata uggiosa di primavera, la via Domodossola a Milano e... eccola lì molto dimessa e sofferente, sporca e coperta di foglie portate dal vento del giorno prima. Una Alfa Romeo Giulietta Spider riverniciata blu francia (vero orrore ! ma di questo me ne sono reso conto dopo), mi fermo e guardo l'Alfa e penso tra me e me "che bella che è" (pensiero, date le condizioni, degno di un ricovero immediato alla neuro-deliri).

Mi guardo intorno e dopo aver fermato dieci dodici passanti con una costanza degna di una indagine fatta dal Tenente Sheridan (per i più giovani consiglio di chiedere lumi al Nonno od al Papà su questo "mitico" personaggio televisivo in bianco e nero) scopro che... sì... forse è... di un Signore di un negozio che vende piastrelle (negozio che nella Milano di oggi, ovviamente, non esiste più). Entro e... titubante, perchè timido come ogni ragazzo (di allora), trovo un gentile Signore (che oggi dall'alto dei miei 61 anni potrei definire come giovane quarantenne) che mi dice "sì la Giulietta è mia ed ogni settimana la uso per tornare a Genova mia città di appartenenza" !

Con salivazione azzerata e battiti del cuore a 180... Km orari chiedo se la vende e... Il resto è storia del mio primo investimento dei risparmi fatti da ragazzo per una adorata Alfa Romeo Giulietta Spider del 1961 !

Aggiungo solo un particolare che riguarda il fatto del mio arrivo a casa con Giulietta, dove mia madre vedendomi esclamò "ma, cosa è quell'ammasso di ruggine" ? Oggi mia mamma ha 87 anni e si è molto ricreduta "su quell'ammasso di ruggine" anche perchè nel frattempo Giulietta è tornata a far bella mostra di sè nella sua splendida livrea azzurra e dimostra molti ma molti anni meno di me.

Lei è ringiovanita, io sono invecchiato ma va bene così, perchè è la vita in... Alfa Romeo!

Le leggende restano, gli Uomini passano, ma i sogni non muoino mai. Il RIAR è stato il mio maestro dal 1979 (anno di mia iscrizione "a razzo" dopo l'arrivo di Giuliettina) per il "maquillage" della mia ALFA ROMEO.

 

Marco Tordelli

 

ritorna alla lista dei racconti

ALFAROMEO
Questo sito non utilizza cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici propri e di terzi, anche legati alla presenza dei social plug-in.
Per saperne di più e disabilitare tutti o alcuni cookie cliccare qui.
Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni o cliccando su "Accetto" si acconsente all’uso dei cookie.
Accetto
X