Chi Siamo

Cos'è il RIAR

Lettera del Presidente

 

Lettera del presidente

 

Arese,Pasqua 2021

 

Cari Soci e Visitatori del sito,

sono passati solo 14 anni ( pochi,rispetto alla anzianità di associazione  al Riar di tanti Soci) da quando avendo avuto notizia della possibilità di acquisto di una sua vettura telefonai all’allora Presidente d’Amico.La notizia era inesatta,ma appena sentito l’interesse per il marchio e percepita la mia passione per i motori Alfa Romeo d’Amico  mi affascinò  con la storia del RIAR e mi arruolò   in una associazione che  fino allora conoscevo superficialmente,ma alla quale tuttavia aderii subito con grande entusiasmo tanto che riuscii dopo poche settimane a fornire un importante contributo per il monumento che era in preparazione per il 100° anniversario  della Casa.
Da allora ho dato il mio supporto spesso di manovalanza nelle circostanze più diverse e talvolta imprevedibili,fino alla elezione in Consiglio Direttivo nel 2014 e nel 2017,ricoprendo nell’ultimo mandato la carica di Vice Presidente.
Sostenuto e stimolato da alcuni amici soci nel 2020 mi sono candidato alla Presidenza per il triennio successivo e così eccomi qua a firmare la “Lettera del Presidente”. 

In questo periodo ho conosciuto persone fantastiche e stretto forti amicizie, libere da ogni condizionamento, e ho capito cosa distingue il semplice piacere per il possesso di una auto  d'epoca dall’amore per quell’oggetto metallico che nobilitato dalla assoluta conformità all’originale diventa testimonianza storica

E’  superfluo ricordare  che  quelli che stiamo vivendo anche per il motorismo storico non sono momenti facili : per una evoluzione naturale ed inarrestabile di questo mondo l’interesse per il passato  come in altri campi si restringe,la diffusione dell’elettrico fa convergere l’attenzione su un tipo nuovo di mobilità,le restrizioni alla circolazione per i veicoli storici riducono le possibilità di incontrarci,le difficoltà economiche fanno convogliare le risorse verso settori più vitali.

Ritengo quindi che dovrà essere obiettivo prioritario    dopo il periodo buio della pandemia  rinnovare con vigore  gli obiettivi dello statuto:  essere “registro” e garante delle autentiche vetture e promotore di ogni possibile incontro in amicizia tra i Soci per la condivisione della passione da realizzare sia con i nostri tradizionali raduni sia con manifestazioni di più ampio interesse storico.  E dovremo  essere la eccellenza,il riferimento per gli appassionati di Alfa Romeo,essere socio dovrà essere elemento di orgoglio e di distinzione e la targhetta della iscrizione e  certificazione Riar sulle macchine dare quel qualcosa in piu’ riconosciuto ed invidiato da tutti.Questo proponendo tutte le iniziative possibili per far convergere sul Riar quelli,tanti, che pur avendo la passione  la  possiedono ma ancora non la condividono, cercando di spingerli ad aggiungersi a noi, e stimolare  i soci di oggi che sono il patrimonio prezioso ed irrinunciabile della associazione,a vivere di più le nostre esperienze e riportare tutti insieme sulle strade le loro auto,  nella amicizia indicata come obiettivo dai fondatori       

E’ quindi mio obiettivo sostenere questa eccellenza e singolarità del RIAR, confidando nel supporto della Casa che sta vivendo una importante evoluzione e continuando   a mantenere aperto il contatto con i Soci in tutti i modi possibili.

In questa primavera 2021 di inizio mandato stiamo vivendo un periodo terribile per la pandemia ma dobbiamo essere ottimisti e pronti per quando rivedremo il sereno e potremo di nuovo far girare i nostri motori.

Viva l’Alfa Romeo viva il RIAR!

 

Sandro Fontecedro

Presidente Registro Italiano Alfa Romeo 

 

ALFAROMEO
Questo sito non utilizza cookie di profilazione, ma solo cookie tecnici propri e di terzi, anche legati alla presenza dei social plug-in.
Per saperne di più e disabilitare tutti o alcuni cookie cliccare qui.
Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni o cliccando su "Accetto" si acconsente all’uso dei cookie.
Accetto
X